Se ti piace quello che vedi, puoi segnalarlo ai tuoi amici sui Social Network!
Cristallo di RoccaSin dall’antichità gli uomini sono sempre stati affascinati dalla forma e dal colore dei cristalli. Non conoscendone la reale composizione e formazione, attribuivano a queste meraviglie della natura dei poteri soprannaturali e mistici. Anche la loro provenienza era avvolta dal mistero e così nel corso dei secoli si sono sviluppate le leggende più disparate per spiegare l’esistenza delle pietre preziose: il cristallo di rocca, cioè il quarzo ialino, era del ghiaccio perennemente cristallizzato dall’intenso freddo; il giacinto, una pietra preziosa di color rosso o arancio, era originata dall’estrema aridità del suolo combinata con la potente azione del sole; l’ambra si pensava che fosse prodotta dall’urina delle linci e dalle lacrime degli uccelli…

Per tutti questi motivi, non può stupire che fin dall’Età del Bronzo si utilizzassero delle pietre preziose per ornare statuette di culto e per realizzare gioielli ed ornamenti vari.
Gli antichi egizi delle classi nobili indossavano comunemente ornamenti d’oro e d’argento arricchiti di pietre preziose o semi-preziose come l’ametista, il turchese, il diaspro, la corniola e il lapislazzulo. Particolarmente apprezzati erano i sigilli ad anello con l’immagine del falco, del loto, del serpente, dello scarabeo oppure dell’occhio.

Antico Egitto

I greci fin dal 400 avanti Cristo realizzavano ornamenti d’oro abbelliti da gemme e cammei.
corona Sacro Romano ImperoDurante l’Impero Romano e tutto il Medioevo si apprezzavano anche le collane di perle e le spille di grandi dimensioni, sempre impreziosite.
Nel Rinascimento sia gli uomini che le donne di alto rango indossavano catenine d’oro, collane ingioiellate e pregevoli pendenti, spesso disegnati e realizzati da artisti famosi dell’epoca.
Ornamenti estremamente ricchi di pietre preziose sono stati indossati all’eccesso fino al tardo XVII° secolo. Poi la moda dell’epoca vide l’ascesa dei bottoni decorativi, degli orologi e delle tabacchiere, finchè nel XIX° secolo ci fu il revival dei braccialetti e dei cammeo.
Quando iniziò la produzione industriale nell’ambito della gioielleria ci fu un calo della vena artistica e si affermò prepotentemente la bigiotteria, lanciata in tutto il mondo da Coco Chanel.
Il grosso ritorno alla gioielleria artigianale con l’utilizzo delle pietre preziose avviene a partire dal 1960 e tutt’ora è presente ai massimi livelli.

Cerca le Offerte


    Advanced

    Search title & description



Pietre Preziose

    pietre preziose e donna

    pietre preziose su guanti